Curiositates


Labirinto Borges - Fondazione Cini, Venezia

Labirinto Borges – Fondazione Cini, Venezia

Curiositates Veneziane

Questa categoria raccoglie una serie di articoli dedicati a tutti quei viandanti dell’arte o curiosi del mistero che hanno poco tempo e che, oltre a voler visitare Palazzo Ducale e la Basilica di San Marco, sono curiosi di conoscere anche qualche angolo o calle nascosta, un piccolo campiello, una scultura dimenticata, oppure qualche attrazione turistica vista da una diversa prospettiva.

Vogliono le cronache che, costumandosi la domenica delle Palme sciogliere al volo de’piccioni, molti di questi riparassero o sulla chiesa di S. Marco, o sul campanile; e col tempo moltiplicatisi non più abbandonassero la Piazza perchè vi trovavano nutrimento. Potrebbe nullameno riportarsi la loro introduzione all’ antico uso di mantenere a pubbliche spese delle colombe, uso che pur vige nelle città della Russia meridionale e della Persia, e che facilmente potè a noi derivare da quelle contrade frequentate da veneti.

(Pietro Selvatico e Vincenzo Lazari, Guida Artistica E Storica Di Venezia E Delle Isole Circonvicine, Venezia 1881, p.1)

Un esempio è il PONTE DEL PESTRIN, la cui denominazione trae origine dal termine PESTRINI, così erano chiamati un tempo i venditori di latte e derivati, perché i formaggi venivano ottenuti pestando il latte. Una bottega di Pestrini si trovava nella calle del Pestrin, a pochi metri dalla chiesa di Santo Stefano, intorno al 1400: annessa al negozio vi era era la stalla con le mucche e il laboratorio, dove si preparava il latte, il burro e i formaggi.


Il Palazzo dei Camerlenghi e i capitelli della “Mona” ardente e del “Casso” unghiato

Posted by on Giu 22, 2017 in Curiosità, CURIOSITA' | 0 comments

Il Palazzo dei Camerlenghi e i capitelli della “Mona” ardente e del “Casso” unghiato

Il Palazzo dei Camerlenghi e i capitelli della “Mona” ardente e del “Casso” unghiato Il Palazzo dei Camerlenghi, che si innalza per tre piani, si trova proprio a fianco del celebre Ponte di Rialto. Segue la curva del Canal Grande e per questo si sviluppa su una pianta pentagonale. Il palazzo, infatti, presenta ben cinque facciate interamente rivestite in pietra. La costruzione del palazzo iniziò nel 1525 su progetto di Guglielmo dei Grigi, detto il Bergamasco, e si protrasse sino al 1528. Fu sede dei Camerlenghi de...

read more

Campiello Barbaro, la location preferita dei registi …

Posted by on Mag 21, 2017 in Cinema a Venezia, Curiosità, CURIOSITA' | 0 comments

Campiello Barbaro, la location preferita dei registi …

Campiello Barbaro, la location preferita dei registi … Si tratta, come sottolineato dal Davinotti di “una location utilizzatissima dal cinema, visto che si tratta di uno dei campielli più suggestivi dell’intera città”. COME ARRIVARE … Mappa Google   Ottieni indicazioni Per Guida A piedi Transit In bici   mostra opzioni nascondi opzioni Evita Pedaggi Evita Autostrade Avoid Ferries Da Verso Generazione indicazioni in corso...... Resetta le indicazioni Stampa le indicazioni COME ARRIVARE ….  se siete...

read more

La statua di Nicolò Tommaseo cadrebbe se non ci fossero i libri …

Posted by on Feb 6, 2017 in Curiosità, CURIOSITA' | 0 comments

La statua di Nicolò Tommaseo cadrebbe se non ci fossero i libri …

Autore articolo: Alessandro Bullo La statua di Nicolò Tommaseo cadrebbe se non ci fossero i libri a sostenerla … La statua che ritrae il patriota e letterato Niccolò Tommaseo è collocata al centro del vasto campo di Santo Stefano, ed è stata eseguita dallo scultore Francesco Barzaghi (Milano 1839 – Precotto, Milano, 1892) nel 1882. Barzaghi, scultore verista e poco incline alle tendenze innovative della sua epoca, è ricordato sopratutto per il celebre monumento a Napoleone III nel parco di Milano (1881-1884). Il celebre letterato...

read more

Le colonne della Piazzetta di San Marco e il gioco d’azzardo a Venezia

Posted by on Gen 15, 2017 in Curiosità, CURIOSITA' | 0 comments

Le colonne della Piazzetta di San Marco e il gioco d’azzardo a Venezia

Autore articolo: Alessandro Bullo Le colonne della Piazzetta di San Marco e il gioco d’azzardo a Venezia Nelle cronache troviamo che fu Nicola Staratonio il primo a tenere un banco dove si giocava a dadi, tra le due colonne della piazzetta di San Marco. Gli fu concesso dalla Serenissima perché riuscì in un’impresa unica: innalzare le due enormi colonne di Marco e Todaro.  LE COLONNE DI MARCO E TODARO Le due splendide colonne di granito orientale rosa e grigio, collocate nella piazzetta di San Marco, che si affaccia...

read more

L’impiccato di Jacopo de’ Barberi

Posted by on Nov 7, 2016 in Curiosità, CURIOSITA' | 0 comments

L’impiccato di Jacopo de’ Barberi

L’impiccato di Jacopo de’ Barberi Nella celebre Veduta prospettica di Venezia di Jacopo dé Barberi che si trova presso il Museo Correr di Venezia, si può distinguere in vicinanza della terraferma, lungo il Canal de San Secondo, la figura di un impiccato: una forca formata da due treppiedi collegati da un palo orizzontale da cui pende un corpo.  La veduta a volo d’uccello attribuita a Jacopo de’ Barbari è universalmente nota con il titolo:  Venetie milia quingenti ovvero Venetie MD Nei comuni medioevali, le condanne capitali...

read more

VENEZIA E MILANO – PACE DI LODI – MEDIAZIONI CULTURALI

Posted by on Set 7, 2016 in Curiosità, CURIOSITA' | 0 comments

VENEZIA E MILANO – PACE DI LODI – MEDIAZIONI CULTURALI

Autore: Michele De Martin VENEZIA E MILANO – PACE DI LODI – MEDIAZIONI CULTURALI Recentemente sono andato a Milano per andare a visitare il museo Poldi Pezzoli, luogo che racchiude delle meraviglie, alcune per i miei gusti veramente uniche . Una tela per me stupefacente per la forza espressiva del personaggio raffigurato è “il cavaliere costantiniano” dipinto da  Fra Galgario (1),  uomo che ebbe modo di frequentare Venezia. L’ altra è , per me che sono Veneziano, “la gondola sulla laguna” di Francesco Guardi (2) , è un dipinto che...

read more

Il barbiere chirurgo del XVII secolo nell’opera di Cintio D’Amato

Posted by on Ago 27, 2016 in Curiosità, CURIOSITA' | 0 comments

Il barbiere chirurgo del XVII secolo nell’opera di Cintio D’Amato

Autore: Roberto Camatti Il barbiere chirurgo del XVII secolo nell’opera di Cintio D’Amato Nel XVII secolo la chirurgia è considerata ancora arte inferiore alla medicina: quasi tutti i chirurghi escono dalla corporazione dei barbieri e sono dei pratici ai quali manca generalmente ogni fondamento di studi. Gli interventi erano soprattutto salassi, cura di emorroidi, estrazione dei calcoli dalla vescica, laringotomia per evitare il soffocamento, svuotamento di sacche di liquido nell’organismo. Gli strumenti essenziali erano forbici,...

read more

La caccia all’orso a Venezia

Posted by on Giu 13, 2016 in Curiosità, CURIOSITA' | 0 comments

La caccia all’orso a Venezia

Autore: Michele De Martin LA CACCIA ALL’ ORSO  A VENEZIA Come abbiamo potuto vedere non c’è da rimanere stupiti se in questa città un tempo si organizzavano delle manifestazioni che ora noi non riusciamo a “sentire” più come appartenenti alla nostra tradizione per i più svariati motivi. In primis per  il tempo  che, in mancanza di trasmissione di qualsivoglia tipo, sia essa pratica,  orale o scritta, inghiotte tutto nel dimenticatoio della memoria. Infatti questo tipo di attività ludica è conosciuta da pochi, anzi i più si stupiscono e...

read more

I barbieri chirurghi a Venezia

Posted by on Feb 19, 2016 in Curiosità, CURIOSITA' | 0 comments

I barbieri chirurghi a Venezia

Autore: Roberto Camatti I barbieri chirurghi a Venezia attraverso i secoli Il medico ed il chirurgo, intrecciando le loro competenze in vario modo, potevano contare in passato su mezzi molto limitati per la cura del malato e che solo da poco più di un secolo, con lo straordinario progredire scientifico e tecnologico, ha visto affermare sostanziali capacità risolutive. Anche se la divisione dei loro compiti era già palese ai tempi di Ippocrate,  fin dall’antichità si era posto l’interrogativo se fosse corretto distinguere malattie di interesse...

read more

LAPIDI DELLA PESTE NERA A VENEZIA

Posted by on Gen 16, 2016 in Curiosità, CURIOSITA' | 0 comments

LAPIDI DELLA PESTE NERA A VENEZIA

Autore: Roberto Camatti Anche se spesso sfuggono allo sguardo del viandante dell’arte che si perde alla ricerca di curiosità storico artistiche veneziane, le lapidi commemorative collocate una sulla facciata della Scuola Grande della Carità e l’altra sulla facciata della Scuola di San Giovanni Evangelista sono importanti perché testimoniano le conseguenze della peste del 1348 a Venezia e nelle scuole grandi. Un aspetto subito da evidenziare è che le scuole erano anche impegnate nell’opera pia di seppellire i propri membri. Infatti come indica...

read more

Share This